P. D. JAMES La forza delle parole

 

P.D.JAMES  LA FORZA DELLE PAROLE

 

Da una delle più celebri scrittrici britanniche  alcuni vocaboli chiave per scrivere un giallo di successo.

Le parole sono l’impalcatura e la materia prima di un romanzo. Leggete molto e, soprattutto, leggete gli scrittori migliori. Non per copiarli, ma per vedere come scrivono e per imparare da loro.

L’impianto narrativo, la struttura, è fondamentale in una detective story.

Il luogo fa parte della mia immaginazione creativa. È  “dove è successo tutto.” La storia parte proprio da lì.

L’omicidio è il cuore della detective story, il momento  in cui si concentrano tutte le emozioni più forti.

Il romanzo poliziesco è il romanzo sociale di oggi perché si occupa dei problemi della gente.

Scrivete e imparate: parlate con la gente, siate empatici. Raccogliete ogni spunto che la vita vi offre. E ricordatevi che un buon giallo è prima di tutto un buon romanzo.

Fate ricerche,  scoprite come agisce la polizia, quali sono i metodi, le tecniche, le procedure.

Non uscite mai di casa senza un block notes. Potreste incontrare per strada un dettaglio, una storia, un’ambientazione perfetta. 

Trovate la vostra routine, il vostro metodo, l’ambiente dove scrivere e gli strumenti che vi occorrono.

Trascorrete delle ore in solitudine e in silenzio, solo in compagnia dei vostri personaggi.

 

E  ducis in fundo  tre regole d’oro da cui un giallista non può prescindere:

 

  1. Il colpevole deve comparire già nella prima parte della storia ma non dev’essere un personaggio di cui il lettore possa seguire i pensieri.
  2. Il detective non può essere soccorso dal caso né giovarsi di un’intuizione inspiegabile, non dev’essere l’autore del delitto, non può raccogliere indizi che non siano contemporaneamente messi a conoscenza del lettore.
  3. L’amico stupido del detective, il Watson di turno, dev’essere leggermente, ma solo leggermente, meno intelligente del lettore medio e i suoi pensieri non devono essere nascosti.