INCURSIONI GIALLE – JOËL DICKER Come ti confeziono un blockbuster

JOËL DICKER

COME TI CONFEZIONO UN BLOCKBUSTER

 

L’ Autore del best seller mondiale La verità sul caso Harry Quebert,  che è stato in Italia nella top 10 per diverse settimane e  ha raggiunto i vertici delle classifiche in molti Paesi, in un’intervista ad un magazine francese online propone i suoi ingredienti per scrivere un buon giallo. Li abbiamo sintetizzati per voi.

Seminare gli indizi

Un ingrediente molto importante: seminare indizi che siano allo stesso tempo evidenti ma che nessuno noti affinché, a un certo punto del libro, il lettore dica “Ma non è possibile, ce l’avevo sotto gli occhi e non me ne sono accorto!” Secondo Joël Dicker  questo piace molto al pubblico. L’autore consiglia di  nascondere questi indizi dopo aver scritto buona parte della storia, tornando indietro e  individuando i punti dove poterli mettere.

 

 Eliminare la scaletta

“A me piace scrivere senza scaletta, perché mi dà la sensazione di una libertà totale, di non essere ingabbiato in uno schema che sono obbligato a seguire” afferma Dicker, secondo il quale la costruzione di una scaletta può ostacolare la creatività. Ma non si può negare che la mancanza di uno schema preciso può presentare degli inconvenienti.  Questo però non impedisce all’Autore di scegliere comunque di  lasciarsi guidare dalla sua ispirazione.

 

Curare l’ambientazione

L’ambientazione deve permettere al lettore di  immergersi nella storia. Non deve essere necessariamente legata al crimine, ma può ad esempio essere legata ai personaggi o allo scenario. Secondo Dicker il miglior romanzo giallo in assoluto è  Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie. È  proprio l’atmosfera del libro che lascia il segno, afferma, è l’ambiente del treno che lo riempie di meraviglia.

 

 Attribuire un’identità ai personaggi

Si crea un bel personaggio se gli si attribuisce un’identità, sostiene Dicker. A suo avviso l’identità si crea con un vissuto in cui il personaggio deve avere un passato (una back story ndr). “Deve avere un passato che spiega perché lui/lei è come è al momento in cui si svolge la storia”, sottolinea l’Autore.

Arricchire l’autore

“È importante vivere l’esperienza della scrittura come un’esperienza che arricchisce l’autore” afferma Dicker. In secondo luogo, ed ugualmente importante, bisogna chiedersi se i lettori ameranno il vostro romanzo. Questo interrogativo non deve comunque andare a inficiare il lavoro fatto in precedenza. Infine, Dicker consiglia di leggere moltissimo: “La lettura e la scrittura sono due cose che vanno di pari passo” afferma.

Tratto da: Brut – France Télévisions – 27/05/2020

5   SUGGERIMENTI  DA LA VERITÀ SUL CASO HARRY QUEBERT

  1. Il primo capitolo è fondamentale. Se ai lettori non piace, abbandoneranno il libro.
  2. Il secondo capitolo è molto importante. Dev’essere efficace e d’impatto.
  3. Alla conclusione del romanzo, devi regalare al lettore un coup de théâtre
  4. L’ultimo capitolo di un romanzo dev’essere il più potente.
  5. Scrivi per tutti quelli che hanno trascorso dei bei momenti grazie a te.

 

Fine modulo