90 MA NON LI DIMOSTRA – BUON COMPLEANNO AL GIALLO MONDADORI

90 MA NON LI DIMOSTRA

BUON COMPLEANNO AL GIALLO MONDADORI

A NeRoma, Festival letterario del noir thriller e giallo, Franco Forte  è intervenuto per presentare l’importante iniziativa che celebra i 90 anni del Giallo Mondadori, storica collana di cui è direttore. Ha ricordato, con una buona dose di commozione, come tutto sia nato da un’idea di Andrea Camilleri che, in occasione di una data così importante, suggerì di portare i Gialli Mondadori, nati come prodotto da edicola, per la prima volta in libreria.

Il progetto si è concretizzato e, in omaggio al Maestro, la prima uscita è stata proprio  un romanzo inedito di Andrea Camilleri, intitolato Km 123  - un “pasticciaccio” ricco di mistero e di umorismo come è nel suo stile –, a seguire le ristampe, con nuova veste grafica e formato, di Fruttero&Lucentini – La donna della domenica -, Renato Olivieri – Il caso Kodra - , Edgar Wallace – I quattro giusti - , S.S. Van Dine – La strana morte del signor Benson.  In libreria anche altre novità e ristampe, in particolare inediti di autori italiani noti, come Francesco Caringella, Gianrico Carofiglio, Pietro Colaprico, Giancarlo De Cataldo, Marcello Simoni, Valerio Varesi, affiancate dalle ristampe di  alcuni “classici”.

Franco Forte ha ripercorso la storia della collana cult di Mondadori, pubblicizzata sin dalle prime uscite con uno slogan d’indubbia efficacia: “Questi libri non vi faranno dormire.”

 

 

 

Tutto  cominciò  nel giugno 1929, con la pubblicazione da parte  di Mondadori di quattro polizieschi con una inedita copertina gialla. Fu l’inizio di una delle collane periodiche più longeve del panorama editoriale internazionale: I Gialli Mondadori, appunto. Ricordava Franco Forte citando Camilleri: “Il mystery si chiama giallo solo in Italia. Il giallo non come colore in sé e nemmeno come significazione simbolica, ma il giallo in quanto colore di copertina.” Il “giallo” è diventato sinonimo di un genere di narrativa che andava dal poliziesco al crime e al mystery, mutuando il nome proprio dal colore scelto per lanciare la collana.

I primi autori a essere pubblicati furono S.S. Van Dine con La strana morte del signor BensonE. Wallace con L’uomo dai due corpiR.L. Stevenson con Il club dei suicidiA.K. Green con Il mistero delle due cugine. Fu un immediato successo: 50.000 copie vendute dei primi quattro titoli, e  centinaia di migliaia  man mano che la collana proseguiva con le pubblicazioni.

Da allora  i gialli Mondadori  sono sempre  puntualmente usciti in edicola,  per un totale di 3.200 fascicoli nella serie regolare, più altri 1.400 nei Classici e un altro migliaio fra Speciali e numeri extra. Dopo 90 anni, “Il Giallo Mondadori” pubblica ancora oltre 40 titoli l’anno in cinque collane attive, con un venduto di quasi 150mila copie, secondo i report dell’editore. Tra i grandi nomi pubblicati in Italia ci sono  autori cult come Agatha Christie con Hercule Poirot e Miss Marple; Ellery Queen con l’omonimo investigatore; Rex Stout con Nero Wolfe; Erle Stanley Gardner con Perry Mason; S.S. Van Dine con Philo Vance; Ed McBain con l’87° Distretto; Sir Arthur Conan Doyle con Sherlock Holmes, e poi ancora Dashiell Hammett, il ‘papà’ di Sam Spade, Raymond ChandlerRuth RendellJames Hadley ChaseMike Spillane. Tra gli italiani ricordiamo Ezio D’Errico e Giorgio ScerbanencoCarlo Lucarelli e Loriano MacchiavelliDanila Comastri MontanariSandrone Dazieri, solo per citarne alcuni.

Franco Forte ha poi presentato un volume  ‘extra’ dei Gialli Mondadori - ‘Lo sguardo del diavolo’- uscito appositamente per i 90 anni della collana.  A tre giovani autori, Manuela Costantini, Luca Di Gialleonardo e Andrea Franco è stato chiesto di entrare nella mente di tre famosi serial killer – Milena Quaglini, Ed Kemper e Jeffrey Dahmer – per raccontare la loro storia. Un esercizio al tempo stesso impegnativo ed intrigante, che tutti e tre hanno affrontato con grande entusiasmo.

Il ‘Giallo Mondadori’, ha assicurato Franco Forte, continuerà a rispettare l’appuntamento con i suoi tanti e appassionati lettori, più che mai determinato a non lasciarli dormire.